Diario di un viaggio nel gusto

Questo blog è il diario di un'avventura che inizia, la mia avventura, condotta per sentieri che non mi sono del tutto nuovi ma che attraverso il loro andare mi condurranno ad esplorare nuovi lidi.... il verde è il colore che predominerà la mia strada, il suo profumo ne sarà l'aroma allietante e suadente... un percorso gastronomico, il mio, di vita, di credo... una scelta, uno stile, il mio ritmo... ricette che trarranno dalla terra il proprio profilo, che dell'erba avranno la gentilezza e la delicata essenza, il sapore avranno della semplicità e dei sensi saranno stimolo e soddisfazione.... Un viaggio nella cucina... con la creatività e la curiosità che sempre portano lontano...

umorale

umorale
trasparenze autunnali

venerdì 25 giugno 2010

BARCHETTE TRICOLORI

Un pomeriggio di sport e di condivisione, tanti amici riuniti intorno alla tv (schermo gigante, ovviamente!), l'attesa di una partita che comunque sia andata la storia l'ha segnata! Una pagina nera, a dire il vero, ma comunque un nuovo segno della storia sportiva di un popolo che del calcio ha fatto uno dei propri simboli, miti e (quasi sempre) vanto.
Un pomeriggio immaginato di gioia e di canti, appena colorato da quella vaga tensione che comunque c'è e che fa persino bene!
Un pomeriggio da riempire di coccole... e quindi anche di buon cibo!
Queste barchette sono state il mio contributo, ieri... in un pomeriggio in cui... "perfortuna che almeno abbiamo mangiato bene"!
Le barchette tricolori volevano essere benauguranti, come le pesche al vino rosso che le accompagnavano e come i dolcetti che le hanno seguite, invece sono state soltanto una ennesima tartelletta davvero ben riuscita che almeno il palato lo ha saputo appagare con gusto e stile!
Buoni sapori miscelati per un risultato "vincente"... opsh!

Per la base di pasta brisè ho utilizzato la stessa formula della ricetta precedente (la torta rustica con le salsicce, i pomodori secchi e le cipolle), ma in dosi raddoppiate. Per il ripieno occorrono:
150 g di formaggio philadelphia, 1 uovo grande, 150 ml di panna liquida, 100 g di mascarpone, 250 g di spinaci freschi lessati, 2 cucchiai di pesto (per me fatto in casa), un grosso mazzo di basilico tritato finissimo, della maggiorana e del timo anch'essi ridotti a sabbia, sale e pepe. Occorrono inoltre, 100 g di formaggio feta tagliato a cubetti, 14 pomodorini ciliegia spaccati a metà, 1 spicchio d'aglio, olio evo.
Con queste dosi ho ottenuto 25 barchette.

Ho ricavato dalla pasta brisè 25 dischetti (con un tagliabiscotto) che ho cotto, negli stampini da muffins, in forno caldo a 160° per una decina di minuti coperti con carta forno e ricolmi di riso crudo (per evitare che gonfiassero) e poi, liberi da peso e carta, per ulteriori cinque minuti. Li ho lasciati raffreddare.
Ho quindi cotto per circa un'ora a 180° i pomodorini già tagliati e cosparsi di sale, pepe, una parte di maggiorana e un poco di timo ed irrorati di buon olio evo.
Ho fatto raffreddare anche questi.
Da ultimo ho amalgamato in un recipiente il formaggio, le erbe tritate rimaste, l'uovo, sale, pepe e mascarpone. Ho quindi lessato gli spinaci, li ho frullati rapidamente con pochissima panna fino a ridurli in purea e li ho aggiunti al composto. Per ultima ho addizionato anche la panna rimanente. Ho mescolato bene il tutto per ottenere un composto molto morbido e compatto.
Per completare ho riempito le barchette vuote con il composto di formaggio ed ho adagiato al centro di ciascuna un cubetto di feta. Ho fatto cuocere in forno a 180° per venti minuti (controllate che la pasta non scurisca!).
Per servire le barchette le ho completate con un mezzo pomodorino ciascuna, posato sul cubetto di feta per ottenere l'effetto tricolore che desideravo.
Le ho irrorate con un poco dell'olio di cottura dei pomodori e le ho servite appena tiepide... guardando la "storica sfatta"!

20 commenti:

  1. Semplici ,sicuramente buonissimi e molto scenografici, bravissima come sempre. Buon fine settimana.
    Ps:Carissima attendo una delle tue strepitose ricette per la raccolta!!! Un abbraccio Manu.

    RispondiElimina
  2. Quando c'è tanto lavoro dietro, si vede e come! Per questo le tue barchette sono state un trionfo... magari la prossima volta l'alleni tu la nazionale, che al duro lavoro sei abituata!

    RispondiElimina
  3. No dai, queste barchette son veramente sfiziosissime!
    Originali, creative e divertenti! Hai avuto veramente molta fantiaisa nel realizzarle!
    baci baci

    RispondiElimina
  4. Che bellooooooo!!! Davvero è un sfizio di tricolore!!! Sei bravissima come sempre, Deborah, e sei una persona molto bella!!! Grazie mille per i tuoi belli commenti:)))))
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Bella e delizioso!
    Peccato per la tua squadra, ma nulla - per il prossimo campionato migliore prestazione :)

    Saluto e tanti sorrisi :-)

    RispondiElimina
  6. splendide queste barchette...e perfette!!!
    bravissima come sempre!!buon w.e.!!baci!

    RispondiElimina
  7. Semplici ,sicuramente buonissimi e molto scenografici, bravissima come sempre. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  8. Se avessi avuto una di queste barchette la mia giornata calcistica sarebbe stata un pochino meno nera =)

    RispondiElimina
  9. Eh Sì cara Debora, proprio un peccato!! Consoliamoci con le tue splendide barchette!!! Complimenti per la fantasia e la presentazione!! Bravissima!! Bacioni.

    RispondiElimina
  10. Bellissime e molto originali queste barchette!La penso proprio come Stefania, quando c'è lavoro e passione si vede chiaramente!Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  11. Debora le tue ricette sono sempre così invitanti... deliziosa anche la tuao torta con salsiccia e cipolle, che ho segnato perchè voglio provarla... deve esser deliziosa anche quella! Tu sei davvero bravissima! Un abbraccio e buon fine settimana! Any^:^

    RispondiElimina
  12. Que receta más original, simpatica y que debe ser un gusto comersela.
    Un beso

    RispondiElimina
  13. che dirti tesoro mio è stata una lunga agonia ma come eravamo messi anche se avessimo superato questo scoglio in avanti le avremo prese di goleate..la squadra nn c'era!!! pero come vedo vi siete consolati molto bene:D!!!che delizia e che finezza deborah queste piccole tartallette piene di colori sapori...un tocco davvero di finezza per dei bocconcini prelibati...le tue mani fanno solo capolavori!!!un bacione grandissimo e buon w.e. Imma

    RispondiElimina
  14. Belle queste tue barchette..avranno sicuramente consolato il pomeriggio da non campioni, sono deliziose come le hai presentate, un abbraccio ciao

    RispondiElimina
  15. complimenti per il blog davvero utile, tornerò sicuramente a trovarti, se vuoi fare un salto nella mia cucina
    http://biscottirosaetralala.blogspot.com

    RispondiElimina
  16. che bella coreografia e che sapori sapientemente amalagamati!!!Bravissima e felice weekend

    RispondiElimina
  17. Bellissime, pensa che a prima vista pensavo fossero dei funghetti porcini in barca, poi leggendo la ricetta ho capito che i sapori da te miscelati erano molti di più, fantastiche!! Buona giornata Deborah, un bacione!

    RispondiElimina
  18. Molto belli come tutto ciò che prepari, eh si almeno avete mangiato benissimo dopo la partita assurda!! Pazienza!
    Un bacione

    RispondiElimina
  19. è un idea molto carina simpatica ma anche gustosa mi piace molto :-))

    RispondiElimina
  20. che gusto, almeno hai lasciato un ottimo ricordo della giornata! :-D

    RispondiElimina