Diario di un viaggio nel gusto

Questo blog è il diario di un'avventura che inizia, la mia avventura, condotta per sentieri che non mi sono del tutto nuovi ma che attraverso il loro andare mi condurranno ad esplorare nuovi lidi.... il verde è il colore che predominerà la mia strada, il suo profumo ne sarà l'aroma allietante e suadente... un percorso gastronomico, il mio, di vita, di credo... una scelta, uno stile, il mio ritmo... ricette che trarranno dalla terra il proprio profilo, che dell'erba avranno la gentilezza e la delicata essenza, il sapore avranno della semplicità e dei sensi saranno stimolo e soddisfazione.... Un viaggio nella cucina... con la creatività e la curiosità che sempre portano lontano...

umorale

umorale
trasparenze autunnali

mercoledì 26 gennaio 2011

TORTA RUSTICA RISO E CAVOLETTI DI BRUXELLES

Domenica, pranzo in famiglia. Un'occasione speciale. Ho preparato due differenti torte rustiche, entrambe piuttosto particolari. La base è costuituita in questo caso da una friabile pasta simil-frolla, delicatissima mentre il ripieno è una sorpresa appetitosa e un poco fuori dal comune.
Mi sono piaciute le contaminazioni di consistenze, il profumo e naturalmente il sapore. Mi è piaciuta l'attesa nel servire in tavola, l'affettare con gentilezza la torta in porzioni, l'assistere all'assaggio, alle espressioni di godimento. Mi è piaciuto affondare i denti nella pasta e poi incontrare il riso, la verdura... il gusto unico di questa torta rustica eccezionale...
Per la base occorrono: 240 g di farina, 125 g di burro chiarificato freddo, tagliato a pezzetti, sale.
Lavorate la farina ed il burro, con un pizzico di sale, nel mixer, fino ad ottenere briciole di pasta, quindi aggiungete 3 cucchiai di acqua fredda, azionate per un minuto il robot e completate poi l'impasto sul piano da lavoro. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola da cucina e ponetela in frigo per circa trenta minuti.
Stendete la pasta in una teglia adatta (io ho utilizzato una fantastica forma in silicone della Pavoni dal designe molto innovativo che consente di reclinare i bordi esterni per ottenere all'occorrenza un vassoio da portata o per una pratica soluzione salvaspazio in credenza), lasciatela riposare in frigo per altri quindici minuti quindi cuocete in forno a 180° per circa 15 minuti coprendola con carta forno e fagioli secchi, poi togliete questi ultimi ed infornate ancora per dieci minuti. Fate raffreddare.
Per la farcia occorrono: 75 g di riso arborio, cavolini di bruxelles, 1 cipolla, 2 spicchi d'aglio, 50 g parmigiano grattugiato, 50 g fontina grattugiata, 3 uova un pò sbattute, 125 ml panna fresca, scorza di limone grattugiata, olio evo.
Iniziate cuocendo il riso in acqua salata per qualche minuto (6/8 minuti), quindi scolatelo e fatelo freddare sotto il getto d'acqua fredda del rubinetto. Allo stesso modo, cuocete per un poco i cavolini già puliti e tagliati a metà in acqua bollente e poi raffreddateli.
In una padella capiente scaldate un poco di olio, la cipolla finemente tritata e, quando questa sarà morbida, l'aglio a sua volta ben tritato. Cuocete per un paio di minuti. Fate raffreddare poi unite in una terrina al riso ben scolato. Aggiungete ora il parmigiano, la fontina. le uova, la anna, la scorza del limone ed insaporite con il sale. Mescolate e versate il composto nella base di pasta fredda.
Sistemate sulla superficie del ripieno i cavolini di Bruxelles con la parte tagliata rivolta verso il basso e spennellateli con olio evo.
Cuocete in forno caldo a 180° per circa 25 minuti o fino a quando inizierà a dorarsi, quindi sfornatela, fatela intiepidire e servite in tavola. E' ottima anche a temperatura ambiente ed accompagnata da insalata verde.
Domenica, pranzo in famiglia... buona compagnia, affetti, sorrisi, benessere... e gusto... Una domenica di festa, no?!!!

23 commenti:

  1. Ma è bellissima!! originale e saporitissima!!
    Bravissima e che foto!!
    Un bacione caro Buona serata Anna

    RispondiElimina
  2. Deve essere proprio buona!!! baci

    RispondiElimina
  3. nooooooooooooo è meravigliosa!!!!!!!!!!bravissima!!baci!

    RispondiElimina
  4. Qué maravillosa receta con coles de Bruxelas!!! Tengo que intentar hacerla.
    Besos.

    RispondiElimina
  5. Mi piace un sacco immagino che esplosione di sapori!!
    Da fare assolutamente!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  6. Per me la torta di riso salata è legata a bellissimi ricordi di vacanze in Liguria da bambina. Sicuramente in una versione molto rustica. Questa invece è davvero raffinata e particolare con i cavoletti che amo ed il meraviglioso profumo di limone. Sei unica tesoro, un forte abbraccio

    RispondiElimina
  7. E' stupenda questa torta rustica, una ricetta molto originale... complimenti Deborah!!! Bacio

    RispondiElimina
  8. Ciao, questa torta mi piace molto, ne faccio un a simile anchi'io ma non con i cavolini.....devo provarla, dedv'essere davvero buonissima.
    Complimenti!
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. Ottimi i cavolini di Bruxelles! Da provare al più presto!
    Intanto ti aspetto sul mio blog appena aperto!
    A presto,ciao Patrizia

    RispondiElimina
  10. La tua descrizione non lascia adito a dubbi sulla bontà di questa torta :D

    RispondiElimina
  11. Davvero particolare! Mi piace l'idea del riso e dei cavoletti!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. ma quanto è bella e quanto è buona!!! Mi hai dato davvero un'ottima idea,grazie!!!

    Donatella

    RispondiElimina
  13. L'idea del riso mi piace moltissimo grazie ciao ...la faccio anche da me :)

    RispondiElimina
  14. bravissima!!! questo tortino dev'essere gustosissimo! col riso non l'avevo mai fatto, annoterò!
    (ho una nuova foto, ma sono sempre Dada)

    RispondiElimina
  15. solo la descrizione tesoor e gia mi sono immamorata di questa ricetta che come sempre perfettas e deliziosaaaaaaaaaa......tesoro ti aspetto per il contest mi raccomandooooooo!!
    tvb,imma

    RispondiElimina
  16. Ahhhh amo i cavolini di Bruxelles.. e non so mai come cucinarli dopo averci fatto la pasta.. fatti al forno.. o semplicemente lessati e conditi con olio e sale.. Tu m'hai dato una fantastica idea.. smackk buona giornata :-)

    RispondiElimina
  17. La tua torta rustica è veramente strepitosa!!! I miei complimenti, sei sempre bravissima, un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  18. Una torta salata che esce dalla consuetudine e perciò assai stimolante. Consistenze e sapori che mi ispirano a ricrearla molto presto anche tra i fornelli di casa mia. Foto che ne sottolineano tutta la sfiziosa bontà.

    Buona serata ^_^

    RispondiElimina
  19. Un abbinamento davvero goloso. Siccome sono curiosa e copiona, me la sono già segnata!!!

    RispondiElimina
  20. !in ritardo!
    molto bella e particolare: mi piacciono anche i i colori e poi l'idea di tagliare in tavola per una cena molto conviviale è azzeccatissima; io tenterei la cottura del riso nel latte, per un sapore e una consistenza più cremosi...
    come sempre, brava!
    ciao a presto , matteo

    RispondiElimina
  21. qui da te solo cose uniche cara Deborah! passa a trovarmi che c'è una sorpresa! un bacione grosso e buon we....

    RispondiElimina
  22. Ciao! perfetta per il pranzo della domenica!
    Non amiamo molto le prearazionia base di riso, che non siano primi piatti classici, ma ammettiamo che questa torta è davvero molto bella ed invitante! il ripieno con i cavolini poi molto gustoso e ricercato!
    Ottimo questo stampo della pavoni: versatile, comodo e risparmia spazio in cucina!
    un bacione

    RispondiElimina
  23. che bella torta, mi piacciono molto le torte salate ... questa dev'essere buonissima!!!

    RispondiElimina