Diario di un viaggio nel gusto

Questo blog è il diario di un'avventura che inizia, la mia avventura, condotta per sentieri che non mi sono del tutto nuovi ma che attraverso il loro andare mi condurranno ad esplorare nuovi lidi.... il verde è il colore che predominerà la mia strada, il suo profumo ne sarà l'aroma allietante e suadente... un percorso gastronomico, il mio, di vita, di credo... una scelta, uno stile, il mio ritmo... ricette che trarranno dalla terra il proprio profilo, che dell'erba avranno la gentilezza e la delicata essenza, il sapore avranno della semplicità e dei sensi saranno stimolo e soddisfazione.... Un viaggio nella cucina... con la creatività e la curiosità che sempre portano lontano...

umorale

umorale
trasparenze autunnali

domenica 16 gennaio 2011

ZUPPA DI CECI

Al mattino la nebbia avvolge le Alpi Apuane ma a destra il mare, in lontananza, appare come liberato dalle ombre della notte e, benchè in questi giorni il cielo sia rimasto per lo più nuvoloso, si mostra nella sua magnificenza di enorme creatura, ferma all'apparenza.
Piano piano la nebbia si dirada e le cime appaiono trionfanti, bianche e fredde, non innevate ma marmoree, imponenti, stagliate verso l'infinito. E' un piacere dare il buon giorno al mattino sulla terrazza per poi affaccendarsi nella cucina illuminata. Il panorama dalle grandi finestre è immutato e la sua compagnia accompagna ogni gesto. Il lento rito della preparazione, i primi vapori che iniziano a salire, profumi che deliziano i pensieri prima ancora di divenire sapore!
E' così che si compie l'alchimia. Colori accostati in un arcobaleno naturale di sfumature, il suono del coltello che affonda nelle fibre croccanti delle verdure e poi il tintinnio di mestoli e coperchi e il borbottare dell'acqua ribollente... un concerto gratuito, una melodia ricca di armonia, di note sublimi, di incanto.
In questa stagione l'orto è ricco di ingredienti in grado di donare il conforto, calore e sollievo, e qui la stagionalità in tavola è imprescindibile perchè sono i contadini stessi a rifornire il mercato.
Ne sono nate tavole piene di cardi gratinati, di scorzonera fritta nella sua pastella croccante e delicata, di ricche insalate dalle consistenze scrocchiarelle, ricolme di ravanelli, cipolline dolci, pomodori cuore di bue e di una varietà incredibile di erbe e foglie, radicchi, indivie, borragine. E ne sono nate zuppe.
Calde e cremose zuppe, dal gusto pieno e gentile. Zuppe confortanti, gustosissime, delicate, sane...

Zuppa di ceci:

Prosciutto crudo 2 fette, 1 spicchio di aglio, 1 cipollotto rosso (dolce), 1 carota piccola, 1 costa sedano piccola, salvia, rosmarino, olio evo, 300 g ceci già lessati, brodo vegetale q.b., pane raffermo 2 fette, fontina 50 g, sale e pepe fresco. Mettete in una casseruola con un paio di cucchiai di olio il prosciutto tagliato a striscioline sottili, lo spicchio di aglio finemente tritato, il cipollotto tagliato in rondelline sottili, la carota ed il sedano ridotti in dadini, qualche foglia di salvia e del rosmarino. Fate cuocere a fuoco medio per qualche minuto (fin quando i sapori si saranno ben amalgamati), quindi aggiungete i ceci interi e coprite di brodo caldo.

Fate cuocere per circa venti minuti quindi passate al passaverdura (oppure utilizzate un robot e dopo passate al colino finissimo). Regolate di sale.

Nel frattempo tostate nel forno caldo a 150° il pane tagliato in dadi non troppo grandi e spolverato di sale, olio, aghi di rosmarino tritati e sottili pezzetti di fontina.

Servite la crema calda con i crostini, una spolverata di pepe ed un giro di olio evo.

Ed ora vi invito caldamente a partecipare al delizioso contest di burro e miele... io farò parte della giuria e aspetto le vostre ricette con entusiasmo!! I piatti unici, una soluzione sempre meravigliosamente appagante...!! Vi aspettiamo.

Tutte le info QUI.

22 commenti:

  1. come adoro quei posti dove la mattina appaiono quelle maestose cime innevate...e si!!! che una zuppa accanto a un camino acceso riunisce e scalda...baci cara, buona Domenica...

    RispondiElimina
  2. mi piace tanto questa zuppa,per non dirti quanto mi piacciono i posti ome quelli descritti da te..baci e buona domenica

    RispondiElimina
  3. che zuppa deliziosa!!! buona domenica, cara!

    RispondiElimina
  4. Ultimamente mangerei cci tutti i giorni!!! Ottima zuppa... buona domenica :-D

    RispondiElimina
  5. Che bello quel caminetto acceso. Mi riporta indietro nel tempo a dolcissimi ricordi. E con dolci ricordi un comfort food come una calda e saporita zuppa è l'ideale. Adoro i ceci, insieme alle lenticchie sono i miei legumi preferiti. Un abbraccio tesoro, buonissima serata. A presto

    RispondiElimina
  6. Beata te che vedi il mare e le montagne! Ottima la zuppa di ceci... e non mancherò al contest!

    RispondiElimina
  7. Un bel momento romantico e una zuppa di ceci davvero speciale con prosciutto crudo e fontina, che bello! Bacioni

    RispondiElimina
  8. Deborah, bentornata con i tuoi squisiti piatti!1 bellissima zuppa la devo fare piace tantissimo a mio marito!!
    Un bacione cara
    buona serata Anna

    RispondiElimina
  9. ciao Deborah che bell'atmosfera riesci a creare!!! buona e saporita la zuppa! cmplimenti

    RispondiElimina
  10. che meraviglia la descrizione del posto...fra cielo, montagna e mare...e che buona questa zuppa, mi piacerebbe tanto questa sera...giusto come la tua foto, davanti al caminetto!
    meraviglia!

    un bacione

    RispondiElimina
  11. ciao, passavo per invitarti a un gioco di scambio ricette, ti va di partecipare? ti aspetto qui
    http://zasusa.forumattivo.com/t91-facciamo-un-gioco

    a presto

    RispondiElimina
  12. Ciao Deborah, una zuppa veramente confortante, adoro le zuppe di legumi, bravissima cara! buona serata!

    RispondiElimina
  13. Piena d sapori questa zuppa, ideale in queste giornate di nebbia a Milano.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  14. tesoro che meravigliose atmosfere ci regali con i tuoi post, un sogno ogni volta che ti leggo e la zuppa è davvero fantastica ricca di gusto e sapore!!!bacioni,tvbbbbbbbbbbbbbbb,imma

    RispondiElimina
  15. Confort food gustoso, saporito!
    Grazie!

    RispondiElimina
  16. buonissima la zuppa di ceci e con la bruschettina poi, mmmmmhhhhh!!!

    un bacione!

    RispondiElimina
  17. Buongiorno cara buona la tua zuppa e che dire di quel bel camino delle foto, un calore vero ! baci

    RispondiElimina
  18. Adoro le zuppe e la tua è veramente squisita!!!Bravissima e complimenti per le splendide foto!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  19. lavorare con le alpi apuane davanti... grande fonte di ispirazione.
    Passando dal mulino una volta ho scoperto che anche d'inverno si possono trovare dei veri e propri gioielli vegetali essicati, per lasciarsi stupire il palato e il naso.

    p.s. le A.A. non ti stancano mai, io ci abito sotto e te lo posso assicurare.

    RispondiElimina
  20. Meraviglia! adoro i ceci e pure le zuppe...quidni questa s'ha da fare!
    bacioni
    Terry

    RispondiElimina
  21. Lo zemino di ceci qui da me in liguria è una delle zuppe più note e più amate, anzi la più amata insieme al minestrone alla genovese.
    Nonostante ciò ogni volta che a spasso per l'Italia ritrovo in menù questo piatto non posso esimermi dall'assaggiarlo ancora, di confrontare i sapori, gli equilibri, gli spessori...insomma tutto!!
    Gran bel contest quello che ti vede nel ruolo di giudice, mi attrezzerò per dare il mio piccolo contributo!

    Un abbraccio, Fabi

    RispondiElimina