Diario di un viaggio nel gusto

Questo blog è il diario di un'avventura che inizia, la mia avventura, condotta per sentieri che non mi sono del tutto nuovi ma che attraverso il loro andare mi condurranno ad esplorare nuovi lidi.... il verde è il colore che predominerà la mia strada, il suo profumo ne sarà l'aroma allietante e suadente... un percorso gastronomico, il mio, di vita, di credo... una scelta, uno stile, il mio ritmo... ricette che trarranno dalla terra il proprio profilo, che dell'erba avranno la gentilezza e la delicata essenza, il sapore avranno della semplicità e dei sensi saranno stimolo e soddisfazione.... Un viaggio nella cucina... con la creatività e la curiosità che sempre portano lontano...

umorale

umorale
trasparenze autunnali

giovedì 24 febbraio 2011

CAPPESANTE AL GRATIN

Di sfizi e di gusto... in semplicità!
Alla sera il peso di una giornata di lavoro si fa sentire... Il desiderio di ricavare del tempo per se stesse accresce addirittura la stanchezza; la semplicità di alcuni dettagli, allora, diviene ancora più importante, ancora più evidente, imprescindibile in alcune particolari giornate...
A me accade sovente! Ecco allora, fresca fresca dal cilindro del mago, una ricettina adattissima alla rapidità, giusta neanche a dirlo, per soddisfare i palati più esigenti, per esaltare addirittura quelli maggiormente raffinati. Una ricetta di gran gusto, eleganza, sapore... eppure una ricetta sprint! Ideale!!
In base al numero di commensali regolatevi sulla quantità di cappeante da servire, considerando che questo piatto è molto adatto sia come antipasto che come secondo.
Per due persone (come antipasto) occorrono: quattro cappesante freschissime, due fette di pane (io ho utilizzato del pane fatto in casa ai cereali e semi), prezzemolo, olio evo, quattro riccioli di burro, uno spicchio d'aglio, sale e pepe nero.
Una volta aperte e pulite le cappesante (cosa che potete richiedere per comodità direttamente al vostro pescivendolo di fiducia!), sciacquate i mitele e tamponatele con carta assorbente. Tostate poi leggermente le fette di pane, quindi sminuzzatele al coltello più o meno sottilmente, in base al vostro gusto personale. Fate ora insaporire brevemente le briciole di pane in una padella con un velo d'olio e l'aglio già un poco rosolato. Il pane non deve scurirsi troppo ma soltanto ambrarsi un pochino ed assorbire il condimento. Spengete il fuoco e togliete l'aglio. In una scodella versate ora il pane brustolito, il prezzemolo mondato e ridotto in sabbia sottile (al coltello o con la mezzaluna, utilizzandone soltanto le foglie), un paio di cucchiai di olio evo, un pizzico di sale e un'abbondante macinata di pepe nero. Mescolte il tutto e lasciatene riposare per qualche minuto.
Disponete infine le cappesante su una teglia da forno (per farle stare ben dritte potete poggiarle su dei rotolini di carta alluminio) e cospargetele con il composto di pane. Aggiungete su ciascuna un riccio di burro ed infornate, in forno già caldo a 180°, per circa quindici minuti. Servite in tavola ben calde.

16 commenti:

  1. Un piatto raffinato e gustosissimo... si presenta molto bene, complimenti Deborah!!! Bacioni

    RispondiElimina
  2. In barba a lavorazioni lunghe e laboriose per una volta si frantuma il "tempo" ma di certo non il gusto.
    Idea geniale :)

    RispondiElimina
  3. Che belle queste tue cape sante mi piacciono e dire che non le preparo mai, non c'è un motivo ..così per abitudine
    bacioni buona serata

    RispondiElimina
  4. Una fantastica proposta, molto appetitosa e raffinata!!! Complimenti, sei grande!!!! Baci

    RispondiElimina
  5. Che raffinata meraviglia Deborah,mi ha conquistato questa ricetta! un abbraccio affettuoso...

    RispondiElimina
  6. un piatto sprint che nn perde di gusto e bellezza..un idea decisamente interessante come lo sono sempre le tue proposte e questa è divina come teeeeeeeeeeeee!!!bacioni,tvbbbbbb,Imma

    RispondiElimina
  7. Come capisco le tue sensazioni alla fine della giornata. E' quello che succede spesso, troppo spesso anche a me con il risultato che il più delle volte non accendo neanche i fornelli e mi arrangio con quello che c'è di pronto in frigo.
    Queste capesante sarebbero un compromesso perfetto per coccolarsi un po' con tanto gusto, raffinatezza e rapidità. Un bacione tesoro, spero di risucire a scriverti in serata

    RispondiElimina
  8. Che eleganza tesoro sempre tutto goloso e sfizioso!
    brava tesoro un bacione Anna

    RispondiElimina
  9. Che piatto sfizioso e elegante.Complimenti.
    Un bacio e una buona serata
    ciao Fausta

    RispondiElimina
  10. wow! che piatto, anche veloce e comodo, sei bravissima! baci!

    RispondiElimina
  11. Ciao cara!! Ecco, passo, e trovo un'altra deliziaaaa!! Sei sempre bravissima! Un bacione.

    RispondiElimina
  12. Giusto, una ricetta sprint, ma di gran gusto, io le trovo deliziose e buonissime, ciao.

    RispondiElimina
  13. sfiziose,deliziose...buonissime!!baci!!

    RispondiElimina
  14. Deborah: Otra receta maravillosa como todas las tuyas.
    Feliz fin de semana.
    Besos.

    RispondiElimina
  15. ciao cara, volevo ringraziarti per il tuo commento e così sono passata a trovarti...ed in cosa mi imbatto? in un blog pieno di gusto...... premesso che mangerei anche le pietre al gratin devo dire che le capesante al gratin sono paradisiache!
    un bacio

    RispondiElimina
  16. Anche spesso servon ricettine rapide... segno questa, uno perchè le amo, due perchè son pure d'effetto!
    baci

    RispondiElimina