Diario di un viaggio nel gusto

Questo blog è il diario di un'avventura che inizia, la mia avventura, condotta per sentieri che non mi sono del tutto nuovi ma che attraverso il loro andare mi condurranno ad esplorare nuovi lidi.... il verde è il colore che predominerà la mia strada, il suo profumo ne sarà l'aroma allietante e suadente... un percorso gastronomico, il mio, di vita, di credo... una scelta, uno stile, il mio ritmo... ricette che trarranno dalla terra il proprio profilo, che dell'erba avranno la gentilezza e la delicata essenza, il sapore avranno della semplicità e dei sensi saranno stimolo e soddisfazione.... Un viaggio nella cucina... con la creatività e la curiosità che sempre portano lontano...

umorale

umorale
trasparenze autunnali

martedì 20 aprile 2010

TORTA ALLE MANDORLE, CONFETTURA DI LAMPONI E FRAGOLE

Domenica mi sono alzata presto, avevo ospiti a pranzo (quasi un rito in casa mia!). Avevo elaborato un menù non troppo articolato, che prevedesse un crescendo di intensità nei sapori e che si concludesse tuttavia in modo inaspettato. Il gusto del dolce volevo fosse deciso ma non forte, profumato ma di aromi che fossero lievi e che richiamassero la stagionalità degli ingredienti. Volevo che fosse colorato e che mettesse allegria perchè potesse così sottolineare la gioia di quel momento di piena condivisione.
Ho scelto di preparare questa torta dalla consistenza inaspettata e deliziosa, giocata sul contrasto tra il morbido del ripieno e l'incontro casuale con i frammenti più corposi delle mandorle, e dal colpo d'occhio vivace dato dallo strato di confettura su cui si posa dolcemente la farcia apparentemente mollicosa intervallata dai pezzetti di fragole.
Il risultato è divino. Se avete il desiderio di una torta fresca, inusuale, non eccessivamente dolce, questo dolce fa per voi. Tratto da un classico inglese (la torta Bakewell ) e rivisitato in chiave casalinga, è una torta che riesce a stupire davvero.

Per circa dieci porzioni occorrono: per la base simil sablè 240 g di farina e 180 g di burro chiarificato morbido, tagliato a pezzetti. Per il ripieno occorrono invece circa 100 g di confettura di lamponi, 150 g di fragole tagliate a pezzetti, 125 g di burro morbido, 125 g di zucchero, mezzo cucchiaino di essenza di vaniglia, 3 uova, 130 g di mandorle tritate grossolanamente nel robot, 50 g di farina di mandorle, zucchero a velo per spolverare.

Iniziate preparando la base. Amalgamate con le mani la farina con il burro e lavorate con la punta delle dita fino ad ottenere un composto dall'aspetto sbriciolato, quindi aggiungere tre cucchiai di acqua fredda ed impastare. Formate una palla con il composto ottenuto, avvolgetela nella pellicola da cucina e ponetela in frigorifero per circa un'ora.

Toglietela poi dal frigo, stendetela per rivestire una teglia rotonda (la mia è in silicone) e cuocetela in forno già caldo a 190° per circa dieci minuti dopo averla coperta con carta da forno e con fagioli secchi (per evitare che gonfi). Togliete i fagioli e la carta forno e lasciate cuocere per altri dieci minuti. Lasciate che raffreddi un poco quindi spalmatene il fondo con la confettura di lamponi e su quella versate alla rinfusa i pezzetti di fragole. Alzate il forno a 200°.

A questo punto occupatevi della farcia, sbattete con il frullino elettrico il burro, l'essenza di vaniglia e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, quindi aggiungete le uova una ad una, mescolandone bene ciascuna prima di proseguire. Incorporate le mandorle tritate e versate il tutto nella base già pronta. Cospargete la superficie di farina di mandorle e ponete nuovamente in forno per circa venticinque minuti (la torta deve gonfiare un poco e scurirsi).

Spolverizzate con lo zucchero a velo, decorate con una fragola tagliata a fettine sottili e, se lo gradite, servite con un ciuffo di panna montata.

Questo dolce va consumato a temperatura ambiente.

Nessuno dei vostri ospiti ne sarà deluso e voi avrete fatto un "figurone"!

35 commenti:

  1. Sei davvero brava sia a preparare e anche a descrivere i tuoi patti
    mi piace questa torta :) ciao

    RispondiElimina
  2. Chicca, come sempre speciale, ma 18o gr. di burro..........mi vuoi vedere morta????Comunque 10 e lode. Buon fine serata deny

    RispondiElimina
  3. Stupenda!!!
    Mi dici il diametro della tortiera che hai usato? Grazie ed un bacione!

    RispondiElimina
  4. dev'essere buonissima,complimenti

    RispondiElimina
  5. davvero ottima questa ricetta !! ciao !!

    RispondiElimina
  6. Quando passo dal tuo blog rimango sempre estasiata dalle ricette meravigliose che ogni volta ci proponi!!! Questa torta è a dir poco una meraviglia. Sei fantastica!! Bacioni.

    RispondiElimina
  7. ma che gran bella torta decisamente speciale ne immagino il gusto della mandorla e della marmellata di lamponi :-))

    RispondiElimina
  8. Davvero particolare questo abbinamento mandorle e fragole...forse la pasta sablè è un po' troppo burrosa per il mio palato (non amo molto il burro) ma con una normale frolla, credi che la farcia andrebbe bene? Mi piacciono sia le mandorle che le fragole, quasi quasi la proverei...

    RispondiElimina
  9. Adoro le tue descrizioni, mi sembra di assaporare ciò che prepari! Complimenti per questa spendida torta! Saluti Manu.

    RispondiElimina
  10. Davvero incantevole questa torta ,mi piace l'accostamento dei sapori ,complimenti.Ti ringrazio della visita al mio blog.A presto.

    RispondiElimina
  11. Intrigante l'alternarsi di consistenze e delizioso l'accostamento!!Bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  12. leggere le tue spiegazioni è sempre gradevolissimo. la torta è favolosa, copio. mi chiedo con grande curiosità, cosa hai preparato prima della torta? ciao ciao

    RispondiElimina
  13. Ciao tesoro, anche questa torta è uno dei tuoi capolavori! Sei fantastica! Meraviglioso il sapore delle mandorle accostate alla confettura di lamponi e fragole! Prendo nota. Un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  14. Gran bella torta! Immagino gli ospiti si saranno leccati i baffi...
    baci

    RispondiElimina
  15. ciao, questa torta mi piace molto, l'aggiungo a quelle che preparerò per il mio compleanno.
    grazie mille.
    ciao

    RispondiElimina
  16. Sono ancora io... se preparassi in casa la confettura di lamponi, che proporzioni frutta zucchero mi consiglieresti?
    ri-ciao

    RispondiElimina
  17. e ci voglio proprio venire a pranzo da te tesoro si mangerà divinamente e questo dolce mi ha conquistata al primo sguardo davvero goloso e ben strutturato...lo voglio provare mi segno la ricetta!!bacioni imma

    RispondiElimina
  18. quanto mi piace il modo in cui scrivi di cibo????! Sai raccontare anche il gusto e il profumo.
    Questa torta è meravigliosa!

    RispondiElimina
  19. i tuoi post sono pura poesia! che voglia di assaggiarla che mi hai fatto venire!

    RispondiElimina
  20. @ tutti: Grazie per le visite e per i commenti che mi colmano di vera gioia, passerò da ognuno di voi presto, per un saluto e per vedere, come sempre!, cosa ...cucinate!

    @ Araba felice: la rortiera che ho usato ha un diametro di 24 cm ma puoi usarne persino una quadrata o rettangolare e servire la torta in tranci, l'effetto anche così è notevole. Ti abbraccio.

    @ Gellis: credo che la frolla potrebbe andare benissimo comunque in questa torta, la scelta della pasta sablè è legata esclusivamente al fattore "gioco di consistenze", farinosa la base e molto morbido il ripieno. Potrebbe diventare un: fragrante la base e sempre morbido il ripieno! ^_^

    @ Antonella: Prima della torta ho preparato due antipasti (una quiche tradizionale con groviera e speck al posto della pancetta), poi un primo di trofiette al pesto leggero di mandorle e zucchine, un polpettone molto ricco di carni diverse e prosciutto cotto e per contorno un'insalata rinfrescante con sesamo e uvetta... Adoro costruire i miei menù! Grazie, ti abbraccio.

    @ Ale: io per la confettura utilizzo circa 1300 g di lamponi per 1000 g di zucchero, in effetti però cuocio poi i lamponi soltanto dopo averli passati al colino ed averli ridotti a circa 1000 g di purea (aggiungo soltanto qualche pezzetto per rendere l'effetto consistenza). Faccio cuocere dolcemente per una mezz'oretta. A presto, cara.

    RispondiElimina
  21. Che bella e buona torta, Deborah!!! Sei il mio mito;)))!!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  22. Questa torta è semplicemente divina; solo dalla descrizione che ne hai fatto verrebbe voglia di tuffarcisi a capofitto. Il ripieno è simile ad una crema frangipane o sbaglio? In ogni caso...stupenda! Complimenti, ti seguirò molto volentieri. A presto, buona giornata

    RispondiElimina
  23. BELLISSIMO IL TUO BLOG...PIENO DI MERAVIGLIE...COMPLIMENTI!!!

    RispondiElimina
  24. Ciao Cara,
    Una torta piena di profumi e sapori fragranti, bello, bello ...
    Mi è piaciuto!
    Un bacio

    RispondiElimina
  25. Buona la bakewell tart...ottima rivisitazione!!!

    RispondiElimina
  26. Grazie tesoro, sei veramente cara!
    Un bacio e felice serata

    RispondiElimina
  27. Ciao Debora ti ringrazio delle tua gradita visita,complimenti per il tuo lavoto "dolcissimo" e per il blog, da leccarsi i baffi..
    Maurizio

    RispondiElimina
  28. Questa torta è pura poesiaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!
    Passa un buon fine settimana!!!!!!!!
    Nei prossimi giorni ti contatterò via mail, vorrei chiederti alcune cose.
    Ciao ciao!

    RispondiElimina
  29. Deborah che meraviglia! Molto coreografica e bella da vedere, con un ripieno molto particolare.
    Mi piace anche questo gioco fra le varie consistenze.
    Immagino la felicità dei fortunati, che hanno mangiato questa delizia!
    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  30. Questa torta è un insieme di profumi, e consistenze da provare, sì sicuramente la proverò! ciao e buon fine settimana

    RispondiElimina
  31. Ciao!
    Ti ringrazio di essere passata da me e...
    questa torta è favolosa, ho già preso nota!
    Ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  32. Sai descrivere i piatti con cura e ricchezza di sfumature, non solo fai capirne il sapore ma anche la consistenza, la morbidezza, ...
    complimenti

    RispondiElimina
  33. @ tutti: Vorrei ringraziare tutti per le belle parole, davvero, mi fate sentire "bene". La cucina è una passione e la scrittura è un'altra passione... nulla mi rende più felice del sapere di riuscire a trasmettere una attraverso l'altra. Buona domenica. Deborah

    RispondiElimina