Diario di un viaggio nel gusto

Questo blog è il diario di un'avventura che inizia, la mia avventura, condotta per sentieri che non mi sono del tutto nuovi ma che attraverso il loro andare mi condurranno ad esplorare nuovi lidi.... il verde è il colore che predominerà la mia strada, il suo profumo ne sarà l'aroma allietante e suadente... un percorso gastronomico, il mio, di vita, di credo... una scelta, uno stile, il mio ritmo... ricette che trarranno dalla terra il proprio profilo, che dell'erba avranno la gentilezza e la delicata essenza, il sapore avranno della semplicità e dei sensi saranno stimolo e soddisfazione.... Un viaggio nella cucina... con la creatività e la curiosità che sempre portano lontano...

umorale

umorale
trasparenze autunnali

venerdì 3 dicembre 2010

SEMIFREDDO ALL'ARANCIA

Cena a domicilio ieri sera, una cena al femminile, per sette amiche/colleghe di lavoro. Una casa estremamnete accogliente, con il caminetto acceso nel salotto arredato in legno scuro, con le tende pesanti alle finestre raccolte da nastri. Una scala che conduce al piano superiore, mobili antichi, tappeti. Una casa calda e rassicurante per una cena a domicilio easy, tanto per stare insieme, ma anche gustosa, per alimentare le chiacchiere e rendere allegro lo scorrere del tempo.
Una cena al femminile quindi e, di conseguenza, un dolce delicato, vagamente fruttato, ideale per signore raffinate.
La pioggia non ha cessato di scendere vigorosa e di inondare le strade, il giardino circostante e la notte tutta... ma che serata gradevole si è animata intorno alla tavola!
Questa torta ha un sapore leggero, dolce, fantastico. Già nel preparare la crema, l'assaggio "crudo" mi aveva entusiasmata! Una bontà di rara assolutezza. Le arance (e tutti gli agrumi) nei dessert restituiscono una pienezza invernale unica, che mi piace molto. Questo dolce credo sia perfetto sulla tavola natalizia e personalmente non me ne priverò.
Le ragazze ieri sera hanno terminato le loro fette e l'intera torta... in un batter di ciglia!! Sono stata molto soddisfatta del mio lavoro!
Ho tratto la ricetta dalla rivista Cucinare bene serie oro del mese di dicembre. Mi aveva concuistata al primo sguardo!
Per una torta da dieci porzioni occorrono: per il pan di spagna: 4 uova, 170 g di zucchero a velo, 50 g di farina e 50 g di fecola di patate, sale fino, burro per lo stampo e 3 arance.
Sbattete in una ciotola i tuorli con lo zucchero quindi montate a parte le chiare a neve ferma, con un pizzico di sale. incorporate gli albumi ai tuorli, dal basso verso l'alto, quindi unite farina e fecola setacciate. Lavorate il tutto con la frusta elettrica. Lavate una delle arance, grattugiatene la buccia e versatela nel composto. Amalgamatela.
Scaldate infine il forno a 180°, versate uniformemente l'impasto in una placca ricoperta di carta forno imburrata e fate cuocere per circa dieci minuti (deve colorarsi un poco). Sfornate e lasciate raffreddare.

Per la farcitura: 200 g di ricotta di mucca, 200 ml di panna fresca, 2 uova, 80 g di zucchero a velo, 60 g di zucchero semolato, liquore all'arancia (io ho utilizzato del cointreau).

Lavorate la ricotta con 20 g di zucchero a velo e 20 ml di liquore, quindi montate i tuorli con altri 20 g di zucchero a velo e a parte gli albumi a neve ferma con lo zucchero semolato. Infine montate la panna con lo zucchero a velo rimasto. Deve risultare gonfia e morbida. Mescolare tutti gli ingredienti montati, dall'alto verso il basso, utilizzando una frusta a mano. Per completare: pistacchi e nocciole tritati, grappolini di ribes fresco, zucchero a velo.

Ricavate dal pan di spagna due dischi uguali. Ponetene uno sul fondo di una teglia circolare dal bordo apribile, rivestita di pellicola alimentare. Bagante il disco di pan di spagna con liquore addizionato ad acqua, quindi versatevi sopra il composto cremoso della farcia. Livellate la farcitura e ponete in freezer a riposare, coperto con dell'altra pellicola, per almeno 4 ore.

Prima di servire, completate la preparazione. Togliete la pellicola dalla superficie del dolce, estraete quest'ultimo dalla teglia e mettetelo sul piatto da portata. Adagiatevi sopra il secondo disco di pan di spagna (che dovrete pennellare a sua volta con la mistura di liquore ed acqua) quindi decorate l'intero perimetro della torta con fette di arancia opportunamente tagliate. Disegnate sulla superficie un cerchio utilizzando la granella di pistacchi e nocciole, ponete quà e là i grappolini di ribes ed infine ricavate due fette piuttosto sottili di arancia, che utilizzarete per il decoro centrale.
Servite spolverizzato di zucchero a velo.

L'effetto scenico, il gusto ed il successo sono assicurati!

25 commenti:

  1. una torta sontuosa Deborah, sembra di sentirne il profumo fin qui! buon we cara, un abbraccio....

    RispondiElimina
  2. Complimenti Debora un dolce davvero raffinato, mi piace moltissimo la farcia, bellissima la decorazione, bravissima come sempre. Buon fine settimana saluti Manu.

    RispondiElimina
  3. Che belle queste cenette tutte al femminile, se poi finiscono con un dolce così buono e raffinato, è ancora più bello parteciparvi!!!! bacioni e buon week end

    RispondiElimina
  4. Ciao, volevo farti i complimenti...il tuo blog mi piace tantissimo!!

    RispondiElimina
  5. Che bontà e come si presenta bene!!A presto

    RispondiElimina
  6. Bellissima torta, il suo profumo d'arancia arriva fin qui, una delizia... complimenti!!! buon fine settimana

    RispondiElimina
  7. Io adoro gli agrumi in genere e trovo che i dolci agli agrumi, dai più semplici ai più elaborati, abbiano qualcosa di speciale. Raffinatissima questa torta, con la decorazione di ribes sarebbe davvero perfetta sulla tavola di Natale. Un abbraccio tesoro, buon fine settimana

    P.S. sono un po' nel caos in questi giorni, appena ho un attimo di calma rispondo alla mail. TVB

    RispondiElimina
  8. Mmmm..molto invitante e chissà che buon aroma di arancia!
    Cioa e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  9. ma che bella!!!! è perfetta è molto elegante, mi piacerebbe provare a fare un capolavoro del genere... sei bravissima! baci Ely

    RispondiElimina
  10. fantastico questo semifreddo al profumo d'arancia. La crema dev'essere anche sofficissima e anche esteticamente si presenta benissimo. Complimenti. Un bacione

    RispondiElimina
  11. Bellissima torta, anche a me mi ha conquistato appena l'ho vista!!!!
    Complimenti!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Che torta di classe , preparata nei minimi particolare!! Bravissima debora un capolavoro !!
    Un bacione Buon week end
    Anna :)

    RispondiElimina
  13. le cene che piacciono a me!!! ma avvolte capita di non avere torte cosi...un bacio Deborah e complimenti sei bravissima...Buon week end.

    RispondiElimina
  14. Un dolce raffinatissimo, preparato con grande maestria e classe. Questa ricetta me la metto da parte per le prossime feste. Bella idea usare lo zucchero a velo per il pan di spagna. Bacioni , buon we da Simona

    RispondiElimina
  15. bellissimo e, immagino, buonissimo!! Si presenta davvero bene, molto molto invitante

    RispondiElimina
  16. questa fetta qui sopra è da svenimento Deborah, tentatrice !!!
    Bacioniiiiiii

    RispondiElimina
  17. Meravigliosa questa torta dal sapore agrumato: soffice e con una crema delicata, proprio bellissima e buonissima, complimenti!
    un bacione

    RispondiElimina
  18. resto stupefatta è stupenda !

    RispondiElimina
  19. Il momento finale di questa cena è stata sicuramente dolcissimo ... ottimo questo semifreddo, gnaaam!
    Se passi sul mio blog c'è una sorpresa per te!
    :)
    bacioni

    RispondiElimina
  20. Easy ma di grande effetto. :)

    RispondiElimina
  21. ciao! è un pò che ti seguo...sei bravissima! complimenti...non ti mollo più!!!

    RispondiElimina
  22. E' talmente bella... sei bravissima!!!! Un bacione!

    RispondiElimina
  23. Tu sei magistrale in tutto! perfetta, ben pensata e realizzata!!!

    RispondiElimina
  24. E' un dolce molto raffinato e ne immagino il profumo :D

    RispondiElimina
  25. che bello questo semifreddo. e i sapori che hai mischiato mi piacciono tanto. capito a caso in questo tuo angolo verde e mi piace. e ci resto.
    ciao e apresto!

    RispondiElimina